Logo PuntoSicuro

ARTICOLO DI PUNTOSICURO

Anno 20 - numero 4362 di Venerdì 30 novembre 2018

Le immagini dell’insicurezza: basta starci attenti

Come se fosse un “fil di ferro”, ma più grosso!!!


Brescia, 30 Nov - Per velocizzare le attività ordinarie, i datori di lavoro, ma a volte anche i lavoratori, molto spesso si ingegnano nel trovare soluzioni e metodi pratici, forse funzionali, ma non sempre sicuri e le immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi proprio ad uno di questi rimedi si ispira.

 

 

 

L’oggetto fotografato è un “martellone” per eseguire demolizioni, ovvero un’attrezzatura molto pesante che viene montata - al posto della benna - sul braccio di un escavatore. Questo elemento non sempre può essere movimentato agevolmente, ma naturalmente il produttore di questo utensile, oltre agli aspetti legati alla sicurezza nelle modalità di utilizzo, ha pensato anche a quelli legati alla sua movimentazione. Durante le fasi di carico/scarico dal cassone del camion (prima o dopo l’utilizzo) tali modalità però, a detta dell’utilizzatore, non permettono la velocità “operativa” tanto agognata ed allora il vecchio metodo del “fil di ferro” viene ripreso, ma naturalmente trattandosi di un elemento pesante, questa volta si parla di un tondino di grosso diametro in acciaio, uno di quelli - per intenderci – che si usano come armatura nel calcestruzzo per la realizzazione di manufatti e strutture in  “cemento armato”… e se va bene per il cemento armato, certamente va bene anche altrove.

 

 

Pubblicità
<#? QUI-PUBBLICITA-MIM-[CODE] ?#>

 

Una perfetta (?) saldatura e via, il gancio di sollevamento del martello è pronto e la movimentazione veloce è garantita e se poi la modifica non è corretta (e non solo dal punto di vista normativo), pazienza. Basta starci attenti.

 

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Referente Gruppo di Lavoro Costruzioni di AiFOS.   

 

 

Fonte: SICURELLO.no: l’evidenza dei mancati infortuni.

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.