Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

Linee guida SGSL per le imprese di costruzioni

Redazione
 Redazione
 Edilizia
16/01/2009: Disponibili on line le linee guida dell’ANCE utili alle imprese di costruzioni per istituire e attuare un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro: istruzioni operative e suggerimenti per la certificazione.
Pubblicità
google_ad_client<\/div<#\? QUI-PUBBLICITA-VISIBILE \?#>


L'Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) e l'Istituto di certificazione per le imprese nelle costruzioni (ICIC) hanno elaborato le “Linee guida SGSL per una impresa di costruzioni: istruzioni operative per l’istituzione e l’attuazione di un sistema di gestione della sicurezza sul lavoro e suggerimenti per la certificazione del SGSL realizzato”.  
 

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





Queste linee guida partono dal presupposto che:
- “la gestione della salute e della sicurezza sul lavoro costituisce parte integrante della gestione generale dell’azienda e che i SGSL costituiscono uno degli strumenti per favorire tale integrazione;
- “l’art. 9 della legge n. 123/2007 estende la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche ai reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell’igiene e della salute sul lavoro, prevedendo pesantissime sanzioni economiche ed interdittive. Da tali pesantissime sanzioni vanno esenti le imprese che hanno adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, modelli di organizzazione e gestione idonei a prevenire i reati di cui sopra”.
 
Dunque da un lato la volontà di prevenire nel modo più efficace gli infortuni del settore edile, dall’altro il tentativo di ridurre il rischio per le imprese delineato nella legge n. 123/2007.
 
Inoltre nel D.Lgs. 81/2008 si danno precise indicazioni sui modelli di organizzazione e gestione idonei “ad avere efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231”.
Infatti al comma 5 dell’art. 30 si legge:
 
In sede di prima applicazione, i  modelli di organizzazione aziendale definiti conformemente alle linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SGSL) del 28 Settembre 2001 o al British Standard OHSAS 18001:2007 si presumono conformi ai requisiti di cui al presente articolo per le parti corrispondenti. Agli stessi fini ulteriori modelli di organizzazione e gestione aziendale possono essere indicati dalla Commissione di cui all’articolo 6.
 
Le istruzioni operative contenute nel documento hanno dunque la finalità – secondo quanto scritto introduzione - di facilitare le imprese di costruzione nel complesso compito di istituire e attuare un sistema di gestione (SGSL) coerente con :
- i requisiti previsti dalle "Linee guida per un Sistema di Gestione della Salute e sicurezza sul Lavoro" prodotte da UNI e INAIL nel 2001;
- le "Indicazioni specifiche per l'applicazione nelle aziende di costruzioni esercenti cantieri temporanei e mobili", elaborate e approvate il 24 giugno 2003;
- il “Codice di comportamento delle imprese di costruzione” redatto dall’ANCE in ottemperanza del disposto dell’art. 6, comma 3 del D.Lgs n. 231/2001 e approvato dal Ministero della Giustizia nella sua versione aggiornata.
 
Il sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SGSL) per le imprese di costruzioni prevede:
- una fase preliminare di impianto del sistema che si traduce nella definizione del documento programmatico e nella sua diffusione;
- una fase di esercizio e di controllo da parte dell'impresa e dei singoli cantieri;
- una fase di monitoraggio di secondo livello, di riesame e di miglioramento del sistema.
 
Il documento contiene inoltre suggerimenti per la certificazione del SGSL realizzato e esempi applicativi. Esempi che “costituiscono un modello non vincolante, che necessita di essere modificato, a volte anche profondamente, a seconda della tipologia organizzativa dell’impresa e delle sue dimensioni al fine di renderlo aderente alla realtà dell’impresa stessa”.
 
Si ricorda che il SGSL realizzato è certificabile da parte di un Organismo terzo indipendente con riferimento alla norma internazionale OHSAS 18001:2007.
 
 
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!