Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Come affrontare i temporali

27/06/2006: Dopo ombrelli aperti e alberi come riparo, si allunga la lista delle azioni pericolose da non fare in caso di temporali con fulmini: non telefonare con un cellulare!
Pubblicità


 
In un articolo pubblicato sul British Medical Journal e riportato da Punto Informatico, gli esperti mettono in guardia sulle azioni pericolose da non fare in caso di temporali con fulmini.
 
L’articolo riporta il caso di una ragazza che ha riportato gravi conseguenze dopo essere stata colpita da un fulmine in un parco di Londra mentre parlava al cellulare.
 
---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





Secondo la ricerca le eventualità che accadano questi episodi sono molto rare, ma si tratta comunque di un rischio possibile.
Ma non solo: secondo un ricercatore del Met Office (l’ente del Ministero della difesa inglese dedicato alla metereologia) “anche tenere un cellulare in tasca può essere ugualmente pericoloso durante una giornata temporalesca, sempre per la capacità di conduzione dell'energia elettrica che è nei metalli presenti negli apparecchi”.
 
 Quindi, oltre ad evitare di ripararsi sotto alberi isolati e a tenersi il più possibile lontani da tralicci e oggetti o strutture a punta, specie se metalliche in caso di fulmini, è meglio (e più salutare) rimandare la telefonata…
 
 Per un approfondimento sui comportamenti corretti in caso di temporale vedere la sezione “Affrontare i fenomeni temporaleschi” nel sito della Protezione civile della regione Valle d’Aosta.
 
 Queste le principali raccomandazioni che sono fornite:
- evitare i comportamenti “a rischio” (gite in montagna,ecc.) in caso di previsioni meteorologiche non sicure;
- al verificarsi di temporali, forti raffiche di vento o grandinate evitare le manifestazioni all'aperto, gli specchi d'acqua, le escursioni in montagna;
- ripararsi in casa, chiudere saldamente porte e finestre o, se possibile, portarsi comunque al riparo;
- evitare di usare l’automobile ed evitare di conseguenza di mettersi in viaggio se non strettamente necessario;
- se si è in viaggio e ci si rende conto che la precipitazione è molto violenta è consigliabile fermarsi e trovare riparo nello stabile più vicino e sicuro;
- usare la massima prudenza nella guida riducendo la velocità e aumentando le distanze di sicurezza: al volante di un auto è molto difficile evitare di essere colpiti da alberi e pali abbattuti dal vento!
- non transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua sopra ponti o passerelle;
- fare attenzione prima di percorrere sottopassaggi e non cercare di spostare le autovetture se investite da masse d’acqua.


 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!