Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Rischio indotto da polveri di legno

31/01/2006: Disponibile on line “La seconda lavorazione del legno“, guida alla valutazione del rischio da polveri di legno aerodisperse, in particolare quelle dovute alla lavorazione dei "legni duri".
Pubblicità


 
La Direzione Regionale Inail dell’Umbria ha attuato un monitoraggio per la valutazione del rischio indotto da polveri di legno aerodisperse (in particolare quelle dovute alla lavorazione dei "legni duri"), polveri che in base alla recente normativa sono considerate potenzialmente cancerogene. 

 
---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





La ricerca “La seconda lavorazione del legno“ è stata effettuata su un numero significativo di aziende, determinando non solo il rischio indotto dalle polveri inalabili di legno, ma anche il dosaggio degli inquinanti di natura microbiologica (spore e miceti), i rischi di natura fisica (rumore e vibrazioni) nonché quelli dovuti alla movimentazione manuale dei carichi.

Nella prima parte sono analizzati i cicli produttivi e le materie prime, i fattori di rischio individuati e gli aspetti prevenzionali. Nella seconda parteè analizzato il rischio microbiologico, mentre nella terza partesono analizzati i rischi da agenti fisici: rumore,  vibrazioni, movimentazione manuale dei carichi.
 
Infine sono indicati alcuni dati statistici relativi ad infortuni malattie professionali.
La guida è disponibile nel sito dell’Inail, sezione Pubblicazioni e riviste.


 

 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!