Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

BEPPE GRILLO E IL PROBLEMA DELL'ENERGIA

Luigi Meroni
 Luigi Meroni
 Ambiente
31/01/2006: Un documento elaborato e condiviso con i cittadini per la strategia energetica nazionale di oggi, domani e dopodomani. Di Luigi Matteo Meroni.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Pubblicità

Il Blog di Beppe Grillo (www.beppegrillo.it) ha pubblicato un documento di sintesi frutto di un lavoro a cui hanno contribuito a più mani i lettori del blog e che riteniamo molto interessante segnalare dato che fornisce utili suggerimenti ad aziende, cittadini ed istituzioni su un tema delicato come è oggi quello dell'energia.

 

Con la crescita vertiginosa di Cina e India i consumi energetici mondiali sono destinati a raddoppiare nei prossimi dieci anni quando, fino ad oggi, sono raddoppiati ogni 20 anni.

La situazione è delicatissima e ci coinvolge tutti e, sinceramente, come cittadino europeo prima e italiano poi, mi fa vergognare per due ordini di motivi:

1. è brutto pensare che le nazioni occidentali abbiano inquinato e consumato energia senza controllo fino ad oggi e solo ora, perché cinesi e indiani hanno l'ardire di civilizzarsi e desiderano avere l'auto e il frigorifero, i nostri mitici esperti dicono che andando avanti così l'ecosistema non reggerà. Non potevamo svegliarci prima!?

2. l'Italia si pone, come al solito, in ritardo cronico rispetto ai "colleghi" europei in quanto a politiche energetiche intelligenti ed efficienza dei sistemi esistenti.

 

Viene spontaneo notare quanto poco di comico ci sia nel documento e quanto Beppe Grillo, definito dal TIME un eroe del nostro paese si stia, volente o nolente, trasformando da comico a acuto opinionista.

Altra osservazione è come internet (e PuntoSicuro ne è piccola parte) abbia trasformato il modo di fare giornalismo (alla faccia del decadente strapotere delle TV che sempre più si occupano di gossip e sempre meno della realtà).

 

Luigi Matteo Meroni, direttore responsabile di PuntoSicuro.

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!