LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuroAbbonati alla Banca Dati di PuntoSicuro
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

  

Igiene alimentare: conoscere e insegnare il sistema HACCP


In collaborazione con la Fondazione Triulza riprende il progetto “Coltiviamo la sicurezza” con un convegno il 7 aprile a Milano per conoscere le nuove frontiere dell’igiene alimentare nelle aziende.

 
Pubblicità
 
Ciascuno di noi ha il diritto di mangiare cibi sicuri. E tutti coloro che lavorano a contatto con gli alimenti, in qualunque attività della filiera alimentare, hanno il dovere di garantire questa sicurezza.
E per assicurare la sicurezza del cibo è necessario mettere in atto specifiche misure procedurali durante la preparazione, la produzione, il deposito, il trasporto, la distribuzione e l’immissione sul mercato o la fornitura al cliente.
 
Per migliorare l’igiene e la sicurezza alimentare sono stati elaborati specifici regolamenti e specifici protocolli che fanno riferimento alsistema HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points - Analisi dei Pericoli e Controllo dei Punti Critici). Un sistema, nato in America e diffuso negli anni novanta in Europa, che si basa su un insieme di procedure e sul monitoraggio dei "punti della lavorazione" degli alimenti in cui si prospetta un pericolo di contaminazione.
 
E proprio per affrontare il tema della prevenzione delle contaminazioni alimentare e ricordare l’importanza di un’idonea formazione del personale alimentarista, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro ( AiFOS) ha promosso per il 7 aprile 2016 a Milano il convegno di studio e approfondimento “Formazione formatori dell’igiene alimentare: l’HACCP nelle aziende”.
 
Il convegno si inserisce a pieno titolo nel progetto di AiFOS “ Coltiviamo la sicurezza”, un progetto che ha ricevuto il patrocinio di Expo Milano 2015 e che ha affrontato, con diverse iniziative, il tema dei rischi per i lavoratori nel comparto agricolo e le conseguenze sulla sicurezza alimentare del consumatore.  
È infatti il Presidente AiFOS, Rocco Vitale, a ricordare che, “spenti i riflettori sul grande evento mondiale, l’associazione rinnova l’impegno nei confronti della società civile, dei lavoratori di tutta la filiera agro-alimentare e dei consumatori. Un rilancio del progetto che avviene con un partner di primaria importanza: la Fondazione Triulza”.
 
Dal 3 febbraio 2016 AiFOS ha ufficializzato il suo ingresso, come membro fondatore, in Fondazione Triulza, una Fondazione che promuove attività informative e formative per promuovere tra i cittadini l’economia sostenibile, la finanza etica e il consumo responsabile.  
Ed è con questa Fondazione che il progetto “Coltiviamo la Sicurezza” riporterà l’attenzione sulla salute e sicurezza in ambito agroalimentare creando un vero e proprio “laboratorio della sicurezza in agricoltura”, un polo formativo di eccellenza dove sviluppare temi ed argomenti con una metodologia innovativa basata sul saper fare e sulla formazione esperienziale.
 
Anche perché, come ricorda Francesco Naviglio, Segretario Generale AiFOS, “la formazione dei lavoratori nel comparto dell’agricoltura riveste un ruolo determinante: in agricoltura si verificano un terzo degli infortuni del nostro Paese”. Ed è necessario promuovere “uno sviluppo sostenibile e una maggiore sicurezza alimentare partendo proprio da una adeguata gestione della salute e sicurezza in tutta la filiera agro-alimentare”.
 
Riguardo all’igiene e sicurezza alimentare ricordiamo che il sistema HACCP si compone di sette principi:
1. individuare ogni pericolo che deve essere prevenuto, eliminato o ridotto a livelli accettabili (analisi dei pericoli);
2. individuare i punti critici di controllo nella fase o nelle fasi in cui il controllo stesso si rivela essenziale per prevenire o eliminare un rischio o per ridurlo a livelli accettabili;
3. stabilire, nei punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità e l’inaccettabilità ai fini della prevenzione, eliminazione o riduzione dei rischi individuati;
4. stabilire ed applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo;
5. stabilire le azioni correttive da intraprendere nel caso in cui dalla sorveglianza risulti che un determinato punto critico non è sotto controllo;
6. stabilire le procedure, da applicare regolarmente, per verificare che il sistema HACCP sta funzionando efficacemente;
7. predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare al fine di dimostrare l’effettiva applicazione delle misure precedentemente esposte.
 
Il 7 aprile 2016 si terrà dunque a Milano - presso la Sala Convegni Cascina Triulza e dalle 14.30 alle 17.30 - il convegno “Formazione formatori dell’igiene alimentare: l’HACCP nelle aziende”.
 
Gli interventi al convegno:
 
- Matteo Fadenti, Formatore qualificato AiFOS e consulente esperto in igiene alimentare:“Legislazione e semplificazione in materia di igiene alimentare”;
 
Alice Colombo, Formatore qualificato AiFOS e consulente esperto in igiene alimentare: “Le nuove frontiere del formatore: dal made in Italy alle nuove culture etniche”;
 
- SCIgAN-ATS Milano (Struttura Complessa Igiene degli Alimenti e Nutrizione): “Metodi di controllo e standard per le autorità competenti: quali strumenti per le verifiche?”;
 
- SCIgAN-ATS Milano (Struttura Complessa Igiene degli Alimenti e Nutrizione): “Igiene alimentare: cosa devono fare realmente le aziende”;
 
- Rocco Vitale, Presidente AiFOS: “Formare i Formatori all’igiene alimentare e all’HACCP”. 
 
Nel corso del convegno verrà presentato un caso aziendale: “HACCP dalla teoria alla pratica.
 L’esperienza di torrefazione”. 
 
Il link per il programma e l’iscrizione all’evento.
 
Si ricorda che il convegno è gratuito, ma con iscrizione obbligatoria, e a tutti i partecipanti verrà consegnato un Attestato di presenza valido per il rilascio di 2 crediti Formatori area tematica n. 2 – Rischi Tecnici.
 
Per informazioni e iscrizioni al convegno:
Direzione Nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it   
 
 
 
Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Forum PuntoSicuro

QUESITI? proponili nel FORUM

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: