DynDevice LCMS: l'innovativa piattaforma e-learning con editor SCORM™ realizzata da Mega Italia Media.
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

15 febbraio 2008 - Cat: Varie
  

“Primi in sicurezza”, concorso per la scuola: c’e' ancora tempo per partecipare!


Entro il 15 marzo è ancora possibile la consegna dei giochi inventati dagli alunni per partecipare al concorso “Primi in sicurezza” per la scuola: un invito ai ragazzi ad individuare messaggi e proposte per migliorare le condizioni di sicurezza sul lavoro

Pubblicità
google_ad_client


 
Grande successo di partecipazione al concorso “Primi in Sicurezza - Premio Emilio Rossini”! organizzato per le scuole italiane dal mensile Okay! e dall’Anmil. Gli elaborati si possono ancora consegnare fino al 15 marzo.
 
Della sesta edizione del concorso “PRIMI IN SICUREZZA”, che ha come destinatari le scuole dell'infanzia, le scuole primarie, le scuole secondarie di primo e secondo grado, ha già parlato PuntoSicuro in un articolo di qualche mese fa.
 
“PRIMI IN SICUREZZA”, ricordava l’articolo, vuole sollecitare i ragazzi ad ampliare il proprio sguardo sulla realtà della prevenzione, invitandoli a leggere la realtà circostante, ad interrogarsi a scuola ed in famiglia sulle condizioni di sicurezza dei luoghi lavorativi, ad effettuare verifiche sul territorio, ad individuare messaggi e proposte per migliorare le condizioni di sicurezza sul lavoro.
 
In questa sesta edizione la novità è che alle scuole è richiesto di… giocare. O meglio di inventare dei giochi educativi dedicati alla sensibilizzazione e della prevenzione degli incidenti sul lavoro.
 
Forse è proprio questa novità, didatticamente illuminante, ad avere già ad oggi decretato il successo dell’iniziativa: dal mese di settembre ad oggi oltre 15.500 persone hanno consultato il sito, scaricando più di 1.200 regolamenti e superando la media delle precedenti edizioni.
 
Inoltre solo dopo un mese dalla presentazione del concorso sono già arrivati i primi elaborati, segno del grande impegno dei ragazzi, delle scuole e degli insegnanti.
 
 
 

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----






Il concorso, nato dalla convinzione che l’educazione sia il primo e più efficace metodo per dare vita a una cultura della prevenzione, è partito nell’anno scolastico 2002/03 e ha già coinvolto 1800 scuole per un totale di 700.000 studenti.
 
Per i ragazzi e le scuole che volessero ancora partecipare, ricordiamo che c’è tempo fino al 15 marzo. Entro quella data i giochi dovranno essere stati recapitati o spediti (farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Okay!, c/o Litostampa, Via Corti 51, 24126 Bergamo. 
 
Per visionare il regolamento della sesta edizione di Primi in sicurezza è possibile collegarsi al sito ufficiale del concorso.

 



Creative Commons License
Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: