960x90 AL2014 Banner1
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

11 settembre 2000 - Cat: Luoghi di lavoro
  

Aumento del 20% degli infortuni mortali nei luoghi di lavoro


Aggiornamento dei dati sugli infortuni nel mondo del lavoro. In Toscana si e' registrato un incremento che sfiora il 65%.

Sono stati diffusi dall'Inail i dati relativi agli infortuni verificatisi nei luoghi di lavoro nei primi sette mesi del 2000.
La media nazionale degli infortuni mortali ha subito un incremento del 20% rispetto allo stesso periodo del 1999; i casi denunciati sono infatti passati da 618 a 743.
Il massimo incremento si e' registrato in Toscana (+65%); grave la situazione anche in Lombardia ed Emilia Romagna, dove l'aumento degli infortuni che hanno avuto conseguenze letali ha sfiorato il 35% ed in Sicilia (+24%).

Il settore produttivo piu' colpito e' l'industria, con 635 incidenti mortali, 143 dei quali nell'edilizia.
Anche in agricoltura la situazione ha subito un netto peggioramento; nei primi 7 mesi del 2000 le persone che hanno perso la vita durante il lavoro nei campi sono state 108, mentre nello stesso periodo del 1999 i decessi registrati sono stati 70.

A quali cause attribuire questo incremento sul fronte degli infortuni mortali?
Il fenomeno, per alcuni aspetti riconducibile ai segnali di ripresa occupazionale ed economica, rivela ancora una volta la scarsa diffusione della cultura della sicurezza sia per quanto riguarda l'organizzazione del lavoro sia nelle strutture lavorative stesse.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: