960x90 AL2014 Banner1
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

12 maggio 2010 - Cat: Normativa
  

REACH: guida per la valutazione della sicurezza chimica


Il capitolo R.12 della Guida dell’ECHA per la valutazione del rischio chimico che contiene una descrizione degli usi individuati e un titolo sintetico agli scenari d’esposizione. Pubblicato anche l’elenco delle sostanze da registrare entro il 2010.

google_ad_client


É disponibile sul sito dell’Echa (Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche) la “Guida alle prescrizioni in materia di informazione e alla valutazione della sicurezza chimica”.

La Guida descrive le prescrizioni in materia di informazione a norma del regolamento REACH per quanto riguarda le proprietà delle sostanze, l’esposizione, gli utilizzi e le misure di gestione dei rischi, nel contesto della valutazione della sicurezza chimica. Essa è parte integrante di una serie di documenti orientativi redatti con lo scopo di assistere le parti interessate nella fase preparatoria in vista dell’adempimento degli obblighi incombenti ai sensi del regolamento REACH.




La Guida tratta:
- la raccolta delle informazioni disponibili in merito alle proprietà intrinseche delle sostanze da registrare;
- la valutazione di tali informazioni rispetto alle prescrizioni specificate dal regolamento REACH;
- l’individuazione di lacune di dati;
- la produzione delle informazioni supplementari necessarie per colmare le lacune di dati.

La Guida è inoltre volta ad assistere l’industria nello svolgimento di valutazioni della sicurezza chimica e nella preparazione di relazioni sulla sicurezza chimica, ove richieste. Una relazione sulla sicurezza chimica può essere richiesta nell’ambito di un fascicolo di registrazione (per le sostanze non intermedie > 10 t/a), nel quadro di una domanda di autorizzazione o come parte degli obblighi a carico degli utilizzatori a valle. Essa enuncia anche i principi basilari cui devono attenersi le autorità che preparano una valutazione dei rischi. Potrebbe rendersi necessaria a sostegno di una proposta restrittiva, di una proposta per l’inclusione di sostanze nel regime di autorizzazione oppure come parte di una valutazione delle sostanze.

L’intera guida (non ancora totalmente tradotta nelle varie lingue comunitarie).

Si segnala la pubblicazione in italiano del capitolo R.12, che fornisce una rapida descrizione generale degli usi individuati e un titolo sintetico agli scenari d’esposizione.

Guida alle prescrizioni in materia d'informazione e valutazione della sicurezza chimica - Capitolo R.12: Sistema dei descrittori degli usi (formato PDF, 707 kB).

Guida alle prescrizioni in materia d’informazione e valutazione della sicurezza chimica - Parte A - Introduzione alla Guida (formato PDF, 624 kB).

Guida alle prescrizioni in materia d’informazione e valutazione della sicurezza chimica Parte D - Creazione di scenari d’esposizione (formato PDF, 807 kB).


Sul sito dell’ECHA è stata pubblicata anche la lista di sostanze che verranno registrate entro il 2010.

Ricordiamo che, ai sensi del regolamento REACH, entro il 30 novembre di quest’anno dovranno essere registrate le seguenti sostanze:
- tutte le sostanze fabbricate/ importante in quantitativi > a 1000 tonnellate /anno
- le sostanze classificate come tossiche per l’ambiente acquatico (R50/53) in quantità > a 100 tonnellate/anno
- le sostanze classificate come CMR in quantità > a 1 tonnellata /anno

Gli utilizzatori a valle possono, pertanto, verificare se le sostanze che acquistano e utilizzano verranno registrate entro il 2010. Tale verifica è particolarmente importante per coloro che utilizzano sostanze in grandi volumi o quelle più pericolose.

La Lista delle sostanze (che verrà progressivamente aggiornata) e altre utili informazioni ed indicazioni.
 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: