LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

19 febbraio 2016 - Cat: Convegni/Seminari
  

Semplificazioni e razionalizzazioni nella sicurezza sul lavoro


La Salute e la Sicurezza nei luoghi di lavoro dopo il decreto 151/15 – Jobs Act. Un obiettivo comune visto da diverse angolazioni”: le relazioni del convegno.

Pubblicità
 
Catania, 19 Feb – lo scorso 27 gennaio si è tenuto presso il Palazzo della Cultura il Seminario Nazionale “La Salute e la Sicurezza nei luoghi di lavoro dopo il decreto 151/15 – Jobs Act. Un obiettivo comune visto da diverse angolazioni” organizzato da AIAS (Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza) e ANIS (Associazione Nazionale Ingegneria della Sicurezza) con il patrocinio del Comune di Catania, l’INAIL, l’ASP 3 Catania, Confindustria, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Confartigianato.
L’evento è stato un’importante occasione per fare il punto sulla evoluzione della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, viste anche le recenti modifiche apportate al Testo Unico dal D. Lgs. n.151/2015 “Jobs Act”.
Ad aprire i lavori Sebastiano Trapani – Coordinatore Regionale AIAS Sicilia, Salvatore Pulvirenti - Vice Presidente ANIS, Marco Consoli Magnano di San Lio - Vice Sindaco Comune di Catania, Antonio Leonardi - Direttore SIA ASP Catania, Martina Meneganti - Dirigente Ispettorato del Lavoro, Francesco Romano – Addetto Area Relazioni Industriali Confindustria Catania, Rosaria Rotolo - Segretario generale CISL CT, Fortunato Parisi - Segretario generale UIL CT.


Pubblicità
B.L.S. - Basic Life SupportVideocorsi in DVD - B.L.S. - Basic Life Support
Formazione base per conoscere le tecniche di rianimazione cardiopolmonare
 
 
Le relazioni tecniche, moderate da Elisa Gerbino (Segretario ANIS), hanno visto a confronto sia le parti istituzionali che del mondo del lavoro. 
 
L’intervento di Antonio Leonardi, Rappresentante della Regione Siciliana nel Coordinamento delle Regioni e componente del Comitato per il Coordinamento nazionale delle attività di vigilanza del Min. della salute, ha illustrato “Le semplificazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro dopo il Jobs Act “ e discusso del recentissimo piano regionale della prevenzione 2015-2018.
 
Antonio Leonardi ha evidenziato, tra l’altro, che per la prima volta dal 2006 in Italia si è registrata una tragica inversione di tendenza; nel 2015 infatti si sono registrati 100 morti in più rispetto l’anno precedente. Grande importanza a tal fine rivestono le attività di controllo, di assistenza, di informazione e formazione previsti dal nuovo Piano Regionale della Prevenzione che vede impegnate tutte le Aziende Sanitarie della nostra regione. L’Asp di Catania a brevissimo darà inizio, nell’ambito del progetto Sicilia in.. sicurezza, ad una campagna straordinaria e gratuita di formazione rivolta a tutti i soggetti della prevenzione. Fornire formazione a costo zero in un periodo di crisi è di grande aiuto per le imprese e i lavoratori.
 
Successivamente Andrea Russo – Funzionario di Vigilanza INAIL CT- ha relazionato in merito alla modifica delle disposizioni sanzionatorie in materia di lavoro e legislazione sociale. Salvatore Cuscunà – Ispettorato del Lavoro di Catania – sulle disposizioni normative per il contrasto del lavoro irregolare sui provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale.
Francesco Romano – Addetto Area Relazioni Industriali Confindustria Catania, Salvatore Piscitello – Confartigianato Regione Sicilia e Marco LUPI -  Responsabile Nazionale Salute e Sicurezza UIL e Armando Bonfiglio -  Responsabile del Dipartimento Salute e Sicurezza CISL CT hanno illustrato il punto di vista delle imprese e come le recenti disposizioni normative hanno influenzato il mondo del lavoro.
Claudio Venturato – Dirigente e Responsabile Rapporti Parlamentari AIAS ha illustrato un primo bilancio del settore normativo con un intervento su “Semplificazioni e razionalizzazioni nella sicurezza sul lavoro” e ha messo in evidenza che il 2015 “è stato anche l’anno in cui la giurisprudenza sui reati in danno alla sicurezza sul lavoro si è «accorta» delle potenzialità dell’applicazione n questo campo del d.lgs .231 /2001 ( Responsabilità amministrativa degli enti riveniente da reato dei propri collaboratori)”. Viene quindi presentata un analisi della giurisprudenza sui rapporti tra decreto 231 e sicurezza sul lavoro.
 
L’intervento prosegue poi le novità riguardanti il campo di applicazione (ampliato, modificato e ristretto), le modifiche relative al modello di governance e le misure riguardanti le sanzioni. Per concludere poi con il riepilogo delle misure di semplificazione.
 
Il Coordinatore Regionale AIAS Sicilia, Sebastiano Trapani ha affermato che la missione di AIAS è quella di tutelare gli oltre 4000 soci in tutta Italia, d’incrementare la cultura applicativa e la professionalità, in modo etico, rispettando in modo convinto la legalità. 
Di seguito, il Segretario nazionale dell’ANIS, Elisa Gerbino ha evidenziato lo scopo primario dell’Associazione che è quello della diffusione della cultura della sicurezza e della salute in tutti gli ambienti di vita e di lavoro e il Vice Sindaco del Comune di Catania Marco Consoli ha attenzionato la sensibilità del Comune nel trattare il tema della Salute e della Sicurezza sul Luogo di Lavoro aprendo alle associazioni AIAS e ANIS un tavolo di lavoro per la definizione di un protocollo d’intesa per migliorare i livelli di tutela a servizio della cittadinanza.
 
 
 
 
RPS
 
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 

Forum PuntoSicuro

COMMENTA questo articolo nel FORUM di PuntoSicuro!

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: