960x90 AL2014 Banner1
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

05 settembre 2007 - Cat: Campagne di prevenzione
  

Sicurezza sul lavoro nell’Europa allargata


Attivata dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro una campagna informativa rivolta alle PMI.

Pubblicità
google_ad_client


Le piccole e medie imprese protagoniste del miglioramento della sicurezza e della salubrità nei luoghi di lavoro dell’Europa allargata. Una speranza che anima le recenti iniziative dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, in particolare la campagna “Un ambiente di lavoro sicuro e salubre fa bene agli affari”, nell’ambito del secondo ciclo dell’“Iniziativa per un ambiente di lavoro salubre” del 2007.

Con una serie di seminari nei 12 nuovi Stati membri dell’UE, in Croazia e in Turchia l’Agenzia intende aiutare le piccole imprese ad attuare una politica efficace in materia di salute e sicurezza, offrendo alle aziende un facile accesso a informazioni di qualità sulla possibilità di rendere i luoghi di lavoro più sicuri, più salubri e più produttivi.
Durante i seminari in programma, lavoratori e datori di lavoro hanno l’opportunità di incontrare rappresentanti di aziende che hanno già provveduto a migliorare il proprio livello di salute e sicurezza.

La campagna informativa, grazie al confronto con esperti e con altre PMI, intende dimostrare, anche attraverso esempi concreti, che una politica efficace di salute e sicurezza è indispensabile non solo per il benessere dei lavoratori, ma anche per la prosperità delle aziende e delle economie in una prospettiva di lungo termine. Le aziende che introducono azioni di prevenzione dei rischi riducono le perdite di produzione derivanti dagli infortuni o dalle malattie, registrano aumenti della produttività e, al tempo stesso, diminuiscono i costi.



Nel corso dei seminari è messo a disposizione materiale, come ad esempio  liste di controllo per la valutazione dei rischi, che consente a datori di lavoro e lavoratori di analizzare e valutare il proprio ambiente di lavoro in base alle esigenze del settore di attività specifico o ai pericoli caratteristici, fornendo consigli e assistenza per introdurre cambiamenti e miglioramenti.

“Da una prima analisi dei risultati della campagna  - ha effermato Jukka Takala, il direttore dell’Agenzia - emerge un interesse tangibile da parte delle piccole imprese europee, che sono intenzionate a migliorare il livello di sicurezza e salute nelle proprie strutture; al tempo stesso si registra il bisogno concreto di strumenti semplici per poter fare una prima valutazione dei rischi sul posto di lavoro.

Pubblicità
google_ad_client


Creative Commons License
Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: