LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

30 settembre 2014 - Cat: Istruzione
  

Un vademecum sulla sicurezza nelle scuole


Disponibile dall’INAIL il “Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell‘infanzia, primarie e secondarie di primo grado”

Pubblicità

 
INAIL ha reso disponibile sul suo sito il “Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell‘infanzia, primarie e secondarie di primo grado” per la gestione delle emergenze di Primo Soccorso, Prevenzione e Lotta agli Incendi ed il primo intervento nelle Calamità Naturali (Alluvioni e Terremoti).
 
Il documento, che vuole essere un supporto pratico e semplice, ma allo stesso tempo specifico, per il personale che riveste i ruoli di: Incaricato alle Emergenze di Primo Soccorso e Incaricato alle Emergenze di Prevenzione e Lotta agli Incendi, tiene conto delle indicazioni dettate dal D.Lgs. 81/2008 e dalle sue modifiche e integrazioni (D.Lgs. 106/2009 ecc.), anche se l’emanazione del decreto legislativo non ha modificato nella sostanza gli obblighi e gli adempimenti per gli Incaricati alle Emergenze previsti dal D.Lgs. 626/94 e s.m.i.Infatti, la gestione delle emergenze nel D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i. è così disciplinata:
• per quel che concerne l’organizzazione e l’attuazione del Primo Soccorso, nonché i requisiti e la formazione del personale addetto, il riferimento è tutt’ora il D.M. n. 388/2003;
• per l’attuazione del Piano di emergenza, l’organizzazione e l’intervento di Prevenzione e Lotta agli Incendi, il riferimento è ancora oggi il D.M. 10 marzo 1998.
 
La pubblicazione fornisce in modo chiaro, sintetico ed efficace, le indicazioni “necessarie a fronteggiare le emergenze senza sconfinare in indicazioni ed istruzioni che oltrepassino le competenze e le capacità dell’addetto alle emergenze”.
 
In tal senso il vademecum illustra semplici e specifiche buone pratiche di primo soccorso e prevenzione incendi, interventi specifici da porre in atto in caso d’infortunio o malore sia nei confronti dei colleghi sia, in particolare, nei confronti dei bambini, interventi specifici di protezione in caso di incendio, terremoto ed alluvione.


Pubblicità
Emergenza e piano di evacuazione - Versione ScuolaVideocorsi in DVD - Emergenza e piano di evacuazione - Versione Scuola
Per la formazione dei lavoratori e degli addetti alla squadra di emergenza
 
 
Il tutto con pratiche e precise indicazioni su “che cosa fare”, “che cosa non fare” e “come fare”.
Il vademecum si conclude con un’appendice dedicata alla pericolosità di alcune piante che possono essere presenti nel mondo in cui si muove il bambino.
 
In questo senso può costituire un utile sussidio per il Medico Competente che cura l’organizzazione di corsi di formazione/informazione in materia; fornisce un primo livello di conoscenza che il docente può “modulare secondo la natura ed il grado dell’assistenza medica d’emergenza, in base alle disposizioni di legge e le esigenze della struttura ove opera, in ordine al numero di lavoratori occupati, la natura dell’attività, i fattori di rischio presenti”.
 
Analogamente, il vademecum costituirà un utile sussidio per il RSPP e gli “Addetti alle Emergenze”, che potranno utilizzarlo all’interno della progettazione della formazione/informazione operativa.
 
In Italia le scuole dell’obbligo, comprese quelle dell’infanzia, ammontano complessivamente a 49.990 (dati ISTAT 2011) e la popolazione scolastica ad esse appartenenti, ovvero gli studenti compresi nella fascia di età tra i 3 e i 13 anni, è composta per il 26,7% dagli alunni delle scuole dell’infanzia (1.680.987 bambini), per il 45,6% dagli alunni delle scuole primarie (2.822.146 bambini) e per il 27,7% dagli studenti delle scuole secondarie di primo grado (1.787.467 alunni).
Gli educatori* in servizio sono 437.449 di cui 82.432 insegnanti delle scuole dell’infanzia, 220.142 delle scuole primarie e 134.875 delle scuole secondarie di primo grado. (Dati Istat 2011).
(* i dati si riferiscono alle sole scuole statali)
 
Con le recenti riforme ed il riordino dei cicli scolastici si sono consolidati cambiamenti anche per le scuole dell’infanzia e dell’obbligo.
Per raggiungere l’obiettivo di far entrare nel background fondamentale dell’educatore la “cultura della sicurezza”, che è un concetto più ampio della semplice “ tutela della sicurezza” (comunque indispensabile in base alla legge ma anche per buon senso), il vademecum si propone di contribuire a cambiare la preparazione tecnico-sociale del personale scolastico, partendo dall’integrazione dei bisogni della sicurezza e salute dei bambini e dei ragazzi in funzione dell’ambiente scolastico visto come “Ambiente di Lavoro“ e di vita.
 
Per raggiungere il risultato prefissato, l’educatore dovrà allargare le proprie conoscenze anche nel campo della salute e sicurezza e, principalmente, nella gestione delle emergenze durante l’attesa dell’intervento qualificato.
 
L’obiettivo del vademecum è quello di informare e formare, ad integrazione di quanto già è previsto dall’art. 37 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i., tutti gli operatori scolastici nell’ambito della gestione di un’emergenza, compito peraltro demandato ad altre figure specifiche, fornendo alcune conoscenze di base su che cosa fare e, soprattutto, su che cosa non fare in presenza di
un’emergenza.
 
 
Indice
Premessa
Generalità
Le emergenze
Il datore di lavoro
Gli addetti alla gestione delle emergenze
 
1. LE EMERGENZE SANITARIE
1.1 Definizione di “pronto soccorso” e di “primo soccorso”
1.2 La figura giuridica del soccorritore
1.3 Lo stato di necessità
1.4 I riferimenti legislativi del primo soccorso nei luoghi di lavoro
1.5 La figura dell’addetto al primo soccorso
1.6 I compiti dell’addetto al primo soccorso
1.7 Il Piano di Emergenza e il Piano di Primo Soccorso nelle scuole
1.8 Norme generali di comportamento
1.9 I rischi del soccorritore connessi ad infortuni e malori nei bambini e misure da adottare
 
2. INTERVENTI SPECIFICI DI PRIMO SOCCORSO
2.1 Lo scenario delle emergenze di primo soccorso
2.2 La valutazione iniziale del bambino infortunato o colto da malore
2.3 Ostruzione delle vie aeree
2.4 La valutazione continuativa del bambino infortunato colto da malore
2.5 La rianimazione
2.6 Le emergenze e le urgenze sanitarie
 
3. L’EMERGENZA INCENDIO
3.1 I riferimenti legislativi dell’emergenza incendio nei luoghi di lavoro
3.2 La figura dell’addetto antincendio
3.3 I compiti dell’addetto antincendio durante l’emergenza
3.4 I compiti dell’addetto antincendio fuori dall’emergenza
3.5 Il Piano di Emergenza nelle scuole
3.5.1 Generalità
3.5.2 Scopo ed obiettivi del piano
3.5.3 Procedure-persone-azioni
3.6 Norme generali di comportamento in caso di incendio
3.7 I rischi dell’addetto antincendio in situazione d’incendio in ambito scolastico e misure da adottare
 
4. LE EMERGENZE NEGLI AMBIENTI INTERNI DELLE SCUOLE DOVUTE AD EVENTI NATURALI
Appendice
I Organizzazione delle emergenze: schede di autorevisione
II I pericoli delle piante
 
 
 
 
Fonte: INAIL.



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Rispondi Autore: Marco Magni 01/10/2014 (15:19:08)
Interessante e molto approfondito, ma come si fa a chiamare VADEMECUM un documento di 136 (centotrentasei) pagine ?

E' forse materiale didattico di supporto che un docente di un corso può utilizzare per l'informazione degli addetti alle emergenze ? L'impostazione grafica con molto testo scritto mi fa escludere anche questa ipotesi: lo vedo difficilmente proiettabile in un aula...Inoltre, anche solo ipotizzando 2 minuti a pagina, ci vorrebbero più di 4 ore solo per leggerlo.

Sembra più un testo per la formazione dei professsionisti del settore che un VADEMECUM da consegnare all'operatore scolastico (ex Bidello) che lo stampa e lo legge liberamente.

Vademecum: (dal latino "vieni con me", con il significato figurativo ti do una mano) è una GUIDA o un FORMULARIO contenente le nozioni più importanti di un argomento, scientifico o artistico. Un vademecum è quindi un compendio di informazioni riguardanti un particolare campo o una particolare tecnica. È creato in modo da fornire risposte RAPIDE e CONCISE su un particolare argomento. ....
Rispondi Autore: lucia marchetti10/01/2015 (15:49:12)
non riesco a caricare il documento...nè qui nè dal sito dell'inail...qualcuno puo' aiutarmi?

FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: