960x90 AL2014 Banner1
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

29 maggio 2009 - Cat: Edilizia
  

Costi della sicurezza: i prezzari delle regioni


Alcune regioni hanno reso disponibili on line diversi prezzari utili a stimare i costi della sicurezza in modo completo ed analitico secondo il d.lgs. 81/08 e tutte le normative vigenti in materia: uno strumento indispensabile in caso di appalti.

Pubblicità
google_ad_client

L’articolo 26 del Decreto legislativo 81/2008, in coerenza con alcune normative precedenti, stabilisce diverse misure per la programmazione della sicurezza riguardo ai contratti d’appalto, d’opera o di somministrazione: tra queste l’indicazione del costo della sicurezza.

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





 
Articolo 26, comma 5: 
Nei singoli contratti di subappalto, di appalto e di somministrazione, anche qualora in essere al momento della data di entrata in vigore del presente decreto, di cui agli articoli 1559, ad esclusione dei contratti di somministrazione di beni e servizi essenziali, 1655, 1656 e 1677 del codice civile, devono essere specificamente indicati a pena di nullità ai sensi dell'articolo 1418 del codice civile i costi relativi alla sicurezza del lavoro con particolare riferimento a quelli propri connessi allo specifico appalto. Con riferimento ai contratti di cui al precedente periodo stipulati prima del 25 agosto 2007 i costi della sicurezza del lavoro devono essere indicati entro il 31 dicembre 2008, qualora gli stessi contratti siano ancora in corso a tale data. A tali dati possono accedere, su richiesta, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e gli organismi locali delle organizzazioni sindacali dei lavoratori comparativamente più rappresentative a livello nazionale.
 
Secondo quanto indicato nell’articolo nei singoli contratti devono dunque essere indicati i costi relativi alla sicurezza del lavoro con particolare riferimento ai costi relativi a rischi da eventuali "interferenze".
Ricordiamo che per quantificare i costi della sicurezza da interferenze nei cantieri temporanei e mobili si può fare riferimento all'articolo 7 contenuto nel Decreto del Presidente della Repubblica n. 222/2003, “Regolamento sui contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili, in attuazione dell'art. 31 comma 1 della legge 11/2/1994 n. 109”, e ad alcune Determinazioni dell'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici.
 
Ma esistono dei prezzari dedicati ai costi di sicurezza che possano aiutare a redigere la stima dei costi in modo completo ed analitico, sulla base di quanto stabilito dalle disposizioni legislative e normative (ad esempio in modo “analitico per voci singole, a corpo o a misura”, come prescritto dall’art. 7 del Decreto 222/2003)?
 
La risposta è positiva e vi proponiamo una breve raccolta, assolutamente non esaustiva, di prezzari pubblicati da alcune amministrazioni.
 
Ricordiamo inoltre che vi sono anche Regioni che hanno pubblicato specifiche leggi sui costi della sicurezza nei cantieri temporanei o mobili.
È il caso ad esempio della Regione Marche che ha promulgato la legge regionale n. 33 del 18 novembre 2008 contenente delle “Norme in materia di costi per la prevenzione degli infortuni e la tutela della salute nei cantieri temporanei e mobili”.
 
Veniamo ai prezzari:
 
- Regione Marche: prezzario regionale pubblicato sul B.U.R. n. 8 del 08/01/2007;
 
 
 
- Regione Emilia-Romagna: pagina web con diversi elenchi di prezzi a cui fare riferimento nella realizzazione di opere pubbliche;
 
- Regione Friuli Venezia Giulia: Prezzario Regionale dei lavori pubblici 2006, pagina web con visualizzatore prezzi e documento scaricabile (formato ZIP, 2.0 MB);
 
- Regione Umbria: pagina web per accedere ai diversi documenti componenti l’Elenco Regionale dei Prezzi - Edizione 2008 (si ricorda che in caso di discordanze l'unico testo definitivo è quello pubblicato sul Bollettino Ufficiale a mezzo stampa);
 
- Regione Valle d'Aosta: Elenco prezzi 2008 per l'esecuzione di lavori pubblici di interesse regionale, pagina web e documento scaricabile (formato PDF, …); 
 
- Regione Basilicata: pagina web con le tariffe di riferimento dei prezzi per l'esecuzione di opere pubbliche edizione 2008;
 
 
 
- Comune di Cuneo: pagina web per accedere ai prezzari 2008 relativi a opere urbanizzazione (2009), opere edili (2008), prezzi sicurezza del 2008 (formato PDF, 0.7 MB).



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Autore: Andrea Abram08/06/2009 (11:53)
Con riferimento al prezziario della Regione Sicilia segnalo l'aggiornamento:
Decreto Presidenziale 16 aprile 2009 "Nuovo prezziario unico regionale per i lavori pubblici" pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia 24 aprile 2009 - n. 18 - Supplemento ordinario. vedi link
http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g09-18o/g09-18o.html


FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: