960x90 Expotraining
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

9 gennaio 2012 - Cat: Preposti
  

I testi degli accordi Stato-Regioni per la formazione sulla sicurezza


Disponibili i testi degli accordi approvati il 21 dicembre 2011 dalla Conferenza Stato-Regioni relativi alla formazione di lavoratori, dirigenti, preposti e dei datori di lavoro con compiti di RSPP.

Pubblicità

Sono disponibili i testi approvati dalla Conferenza Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 (per l’entrata in vigore è necessario attenderne la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale).
 
 
 

Pubblicità
OttoUno - D.Lgs. 81/2008Videocorsi in DVD - OttoUno - D.Lgs. 81/2008
Formazione e informazione generale dei lavoratori sulla sicurezza e salute sul lavoro


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Autore: Sergio Morando14/01/2012 (14:55:07)
Attualmente i Corsi sicurezza e formazione ..vengono tanto evitati..da assunzioni brevi in contratti interinali o similari Precarie ..mandati di qui e di la in varie mansioni e qualifiche ...così da evitare..le visite mediche obbligatorie per le reali qualifiche ..evitare di fare corsi uso e pericoli dei macchinari ..evitare di fare corsi di legge sui carrelli mezzi d'opera ..saldare senza patenti anche mezzi complessi come gru edili e gru su gomma semoventi..Tra l'altro sarà portato tutto a prove ad Udienze al Tribunale di Mondovì di questo fare con ditte interinali (--)coinvolte e grande multinazionale (--) che costruisce e vende crane (gru) a torre e auto gru su gomma.. le leggi esistono ma in Italia si continuano a violarle e gli accordi Stato Regioni ne sono in un certo senso compartecipi..basta vedere i lavori a vista di certe persone in quanto sono sotto gli occhi di tutti.. ma le televisioni fanno lo stesso.. quando si addentrano in aziende al "chiuso" per i vari motivi..queste emittenti sia Nazionali che Regionali..pubbliche e private che siano mandano in "onda.." e TUTTI possono vedere..i vari Lavoratori al lavoro..e non so ci fanno caso gli Ispettori (senza offesa..) che molti Lavoratori sono privi dei vari D.P.I. di protezione individuale es: si vedono spesso Saldatori senza aspirafumi e senza i completi D.P.I. idem per chi adopera smerigliatrici..uso di muletti senza cinture di sicurezza..altri senza i caschi o senza i tappi anti rumore etc. etc. etc. pertanto accordi scritti leggi articoli etc. etc in Italia sono violati a vista in pubblico e a vista al chiuso ma in trasmissioni televisive varie e queste sono prove del pessimo fare Italiano con continue morti bianche ed infortuni conseguenti sempre presenti nonostante l'ampia disoccupazione forzata..in particolare le violazioni sono comunque ripeto sempre più nei contratti precari.
Morando Sergio
Autore: dr.Luigi Filippo von Mehlem14/01/2012 (08:39:46)
Giusti i commenti. Ma lo spirito della Legge e la necessità innazitutto di non aggravare la situazione economica delle imprese , imporrebbe un trattamento unitario per TUTTI i soggetti, tenendo infine presente che si tratta di Prevenzione e non Repressione punitiva ad oltranza.Recente il caso di un Direttore Lavori in Padova , che ha per quasi un mese impedito l'accesso al cantiere nonostante le autocertificazioni e la regolarità delle varie posizioni di una impresa aggiudicataria unicamente per ritardi burocratici e postali di trasmissione
della medesima documentazione ,con rilevante danno economico.La recente Legge di Stabilità conferma questa interpretazione positiva.
Autore: filippo verrillo10/01/2012 (18:34:29)
sono perfettamente daccordo con il commento di Kendo è l'ennesima boiata. La formazione per essere incisiva deve essere mirata alla singola azienda ed al singolo posto di lavoro e non dilatata per far lievitare i costi e perdere di vista il reale obbiettivo. In un paese che è riuscite a partorire un 740 lunare (per chi se lo ricorda) non ci si poteva aspettare una semplificazione.
Autore: Gianni09/01/2012 (17:29:23)
per quanto riguarda l'accordo sulla formazione dei lavoratori, preposti e dirigenti, alle disposizioni transitorie (art. 10) si obbliga il datore di lavoro a concludere la formazione così come stabilita entro 18 mesi dalla firma dell'accordo esclusivamente per i preposti e dirigenti. Per i lavoratori non si fa cenno a termini temporali, con esclusione dei neoassunti. Come comportarsi?
Autore: Kendo09/01/2012 (10:53:26)
Io lo ribattezerei Accordo "Chiudi Aziende". Ora mi chiedo, in un momento in cui si parla di liberalizzazioni, semplificazioni, etc. esce un decreto di una complicazione burocratica senza pari che non darà nulla in termini di miglioramento della formazione.

FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: