960x90 AL2014 Banner1
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

03 febbraio 2009 - Cat: Sicurezza informatica
  

Un video per la sicurezza informatica


Disponibile on line un video con indicazioni circa l’utilizzo consapevole della tecnologia informatica: quali sono i maggiori rischi che si corrono oggigiorno? Come difendersi?

Pubblicità
google_ad_client

Nel blog Innovhub del famoso network Nova100 de "Il Sole24Ore" è presente un'interessante intervista a Gigi Tagliapietra, presidente del CLUSIT (Associazione Italiana per la Sicurezza informatica), la più importante associazione italiana nel campo della sicurezza informatica.
 

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





Nel video, della durata di 6 minuti, il tema centrale è la sicurezza dal punto di vista delle imprese e dei cittadini e vengono dati parecchi spunti che vale la pena ripercorre insieme per poi confrontarci nei commenti.
 
Dopo una breve introduzione in cui si sottolinea giustamente come tutti noi siamo potenziali bersagli e quindi dobbiamo impegnarci quotidianamente ad un utilizzo consapevole della tecnologia, Gigi Tagliapietra elenca quelli che secondo lui sono i maggiori rischi oggigiorno:
- Connessioni senza fili: avere il wireless in casa e in ufficio è una comodità assoluta, ma al tempo stesso offre un vantaggio anche all'attaccante. In riferimento alle reti wireless aperto viene citato l' esempio di Mumbai, dove pare che la polizia stia verificando quante sono le reti -WiFi aperte in città, poiché si suppone che queste possano essere state utilizzate dai terroristi nell'ultimo attentato di qualche settimana fa;
- Botnet, ossia le reti di macchine compromesse. Purtroppo pochi hanno la consapevolezza che il proprio PC può essere non solo vittima di un attacco ma può esso stesso diventare attaccante. È sempre più necessario pertanto adoperarsi non solo per difendere i propri dati personali ma anche perché non diventi un'arma per l'hacker;
- Furto di identità. Risulta sempre più facile nel Web "rubare" l'identità di una azienda.
 
È naturale quindi chiedersi come difendersi da questi rischi. La risposta di Gigi Tagliapietra è semplice: non bisogna affidarsi (solo) alla tecnologia ma anche ad associazioni come il CERT-IT, la Polizia Postale o lo stesso CLUSIT, che ha da poco lanciato il progetto Online Sicuro.
 
Tagliapietra conclude poi con un pensiero alla libertà dell'individuo: Internet rappresenta uno spazio vitale, non bisogna rinunciare alla libertà nel nome della sicurezza, ma è necessario che tutti noi ci adoperiamo per difenderla.
 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: