LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

14 giugno 2006 - Cat: Privacy
  

Semplificazioni per i documenti privacy?


Il Garante incontra Giuseppe Morandini di Confindustria, Presidente della sezione Piccola Industria: valutiamo insieme ulteriori semplificazioni degli adempimenti.

Pubblicità
google_ad_client

Il Garante Privacy incontra i piccoli imprenditori e avvia una consultazione rivolta a tutti gli operatori del settore.
La decisione di avviare una consultazione tramite il proprio sito web è stata assunta nell’ultima riunione del Collegio e ha lo scopo di acquisire esperienze, valutazioni, proposte ed eventuali problematiche da parte degli operatori allo scopo di favorire, tra l’altro, un dialogo ravvicinato con il mondo delle piccole imprese. L’indirizzo e-mail a cui scrivere è: impresa@garanteprivacy.it.

L’iniziativa è stata assunta dopo che nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra l’Autorità e i rappresentanti delle piccole industrie associate a Confindustria, nel quale la piccola industria si è impegnata a fornire tempestivamente al Garante proposte, riflessioni e suggerimenti.

L’incontro, che faceva seguito a quelli già avuti con la Cna e con i rappresentanti del mondo delle professioni, rientra nel quadro dell’attività di approfondimento avviata dal Garante sull’applicazione delle norme in materia di privacy, con particolare riguardo alle misure di sicurezza e agli adempimenti cui sono tenuti gli operatori delle imprese e dell’artigianato.

Le iniziative dell’Autorità hanno l’obiettivo di valutare la situazione, anche allo scopo di prevedere ulteriori modalità semplificate che consentano di adempiere efficacemente ed in maniera agevole agli obblighi previsti dal Codice in materia di protezione dei dati personali, assicurando al tempo stesso le garanzie a tutela di cittadini, consumatori, dipendenti.

Oltre alla consultazione, il Garante ha anche preso in esame l’ipotesi di attivare, presso il proprio Ufficio per le relazioni con il pubblico, un apposito punto di consultazione e di realizzare specifici strumenti informativi da mettere a disposizione delle Associazioni rappresentative di categoria e dei singoli operatori.

Infine, poiché viene spesso segnalato che agli operatori vengono suggeriti o proposti adempimenti non necessari e spesso costosi in materia di privacy, il Garante ha sottolineato che - specialmente per gli imprenditori con un limitato numero di dipendenti -  l’adempimento alle norme sulla protezione dei dati personali può essere in linea generale rispettato senza gravose “burocratizzazioni”.

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: