960x90 Expotraining settembre
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

25 maggio 2001 - Cat: Privacy
  

Allarme privacy nel Web


Il Garante mette in guardia i cittadini: prima di fornire i dati informatevi sulle modalita' del trattamento.

I dati sconcertanti forniti dalla recente inchiesta sulla pedofilia hanno sconvolto famiglie e istituzioni.
In seguito a un incontro organizzato dal Codacons( coordinamento delle associazioni per la tutela dei consumatori) il Garante della privacy Stefano Rodotà ha affermato che chiedera' indicazioni all'autorità giudiziaria, nel tentativo di " capire se e come sia stato possibile arrivare ai dati trattati dalle autorità scolastiche" ed ha lanciato un allarme riguardo alla riservatezza dei dati sul Web.

In Internet è troppo facile violare la privacy dei cittadini, è, quindi, necessario essere particolarmente cauti nel fornire i propri dati.
" E' necessario chiedere informazioni sulle modalità con cui vengono trattati, quali sono le misure di sicurezza e soprattutto è importante non considerare una scocciatura le richieste di autorizzazioni. Questo è un modo per avviare una forma di autodifesa", ecco le parole di Rodotà, per sottolineare quanto sia delicato e rischioso rilasciare dati via Internet.

Il Garante ha anche ribadito che "non vi sono dati innocui: ci sono invece informazioni apparentemente innocue, che se finiscono nelle mani sbagliate, possono determinare conseguenze drammaticamente negative per noi, per i nostri figli, per le persone con cui viviamo".

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: