LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

  

Gestione emergenze in alberghi e ristoranti


Le misure di prevenzione da osservare per affrontare al meglio eventuali emergenze: vie di fuga, illuminazione d’emergenza, presidi antincendio, pronto soccorso e i casi di aggressione.

Pubblicità

 
Pubblichiamo un estratto del manuale di SUVA “ Informazioni utili sulla sicurezza sul lavoro in imprese dell’industria alberghiera, della ristorazione, cucine di ospedali e ricoveri” che spiega alcune situazione di pericolo e le misure di prevenzione da osservare per affrontare meglio i casi di emergenza.
 


Pubblicità
La sicurezza nel turismoVideocorsi in DVD - La sicurezza nel turismo
Formazione sui rischi specifici dei lavoratori di alberghi, villaggi turistici e campeggi (Art. 37 D.Lgs. 81/08)
 
 
Organizzazione per i casi di emergenza
 
Situazione / pericolo
Misure di prevenzione / da osservare
Vie di circolazione e di
fuga, uscite di emergenza
Ostacoli dovuti alla
presenza di oggetti
deposti sul pavimento
 
 
Segnaletica assente
 
 
Scarsa illuminazione
 
 
 
Porte sbarrate, chiusure
mal funzionanti
 
 
 
 
 
Ostacoli dovuti a
porte bloccate nelle aree
di sicurezza
 
 
 
-Definire, segnalare, illuminare e tenere sempre sgombre le vie di circolazione, le vie di fuga e le uscite di emergenza.
-Eseguire periodicamente dei giri d’ispezione.
 
 
- Collocare delle lampade di emergenza, segnalarle con pittogrammi.
 
-Acquistare materiali fotoluminescenti di buona qualità.
-Dotare l’illuminazione da soffitto di una lampada di emergenza autonoma (corpo lampada).
 
-Le porte devono essere sempre aperte nella direzione di fuga senza alcun ausilio (sistema di chiusura con sblocco di emergenza).
-Verificare regolarmente che le porte e le chiusure funzionino correttamente. In caso di anomalie, provvedere alla loro immediata riparazione.
 
-Installare dispositivi di sblocco antipanico per abbandonare le aree di sicurezza. Adottare misure organizzative per prestare soccorso.
-Importante: istruire il personale!
 
Compartimenti
antincendio
Pericoli dovuti alla
propagazione delle fiamme
-Fare in modo che i portoni e le porte tagliafuoco siano sempre correttamente funzionanti e non ostacolati da intralci.
-Eseguire dei controlli periodici, soprattutto dopo interventi architettonici (ad es. lavori elettrici)
Illuminazione di
emergenza, lampade
portatili, lampade per
uscite di emergenza, ecc..
Nessuna illuminazione
in caso di blackout
-Verificare periodicamente il funzionamento di tutte le lampade di emergenza simulando un’interruzione di corrente (minimo 1–2 Lux).
-Contrassegnare i corpi lampada dell’illuminazione di emergenza autonoma.
-Verificare periodicamente la posizione dell’interruttore di programmazione.
-Sostituire le batterie o gli accumulatori difettosi (attenzione alla durata di vita e alla posizione).
Allarme, piano
di emergenza
Arrivo in ritardo
dei soccorritori
-Definire un piano per le situazioni di emergenza in modo da garantire l’intervento immediato delle squadre di soccorso.
-Istruire periodicamente il personale su come dare l’allarme.
-Verificare periodicamente l’impianto di allarme e i numeri di emergenza e aggiornarli, se necessario.
-Stabilire un punto di raccolta e informare il personale.
Materiale di pronto
soccorso
Materiale di pronto soccorso
incompleto o introvabile
-Mettere a disposizione come minimo una cassetta di pronto soccorso con disinfettanti e fasciature.
-Nelle grandi aziende o in quelle in cui ci sono molti piani o più edifici devono essere disponibili adeguate attrezzature in più posti facilmente accessibili.
-Controllo periodico del materiale di pronto soccorso.
-Segnalare con una croce bianca su sfondo verde i punti in cui si trova il materiale di pronto soccorso.
Estintori e idranti
Accesso difficoltoso o
piombatura di sicurezza
mancante (estintori)
-Eseguire periodicamente un controllo visivo e un controllo di legge sul funzionamento delle attrezzature
-Istruire il personale sull’ubicazione e sul corretto utilizzo degli estintori.
Aggressione
Richiesta di denaro a mano
armata o con altri strumenti
di minaccia
-Comportamento in caso di aggressione:
.mantenere la calma
.non reagire o provocare l’aggressore
.assecondare velocemente le richieste dell’aggressore se armato
-Attivare l’allarme silenzioso
-Istruire periodicamente il personale.
-Tenere sempre chiusa a chiave la porte di accesso alla cassaforte.
-Impedire l’accesso alle persone non autorizzate nei locali posteriori (possibilmente adottando misure tecniche).
-A titolo preventivo: non trasportare mai contanti in modo visibile.
-Far portare via il denaro contante da una ditta di trasporto di contanti.
 
RPS
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 

Forum PuntoSicuro

COMMENTA questo articolo nel FORUM di PuntoSicuro!

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: