960x90 WKI settembre ISL
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

  

Valutazione del rischio chimico


Disponibile on line la versione aggiornata di un software realizzato dalla Regione Piemonte.

Pubblicità
google_ad_client



Per fornire indicazioni operative, applicabili "sul campo", per ottemperare a quanto previsto dal D.Lgs. 25/2002, la Regione Piemonte ha messo a disposizione a carattere sperimentale alcune indicazioni applicative per la valutazione del rischio unitamente ad uno specifico software per l'applicazione del modello.

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----






Il metodo di valutazione del rischio proposto è utilizzabile anche da tutti coloro che, soprattutto nell'ambito delle Piccole e Medie Imprese, si trovano ad affrontare le problematiche connesse alla presenza di sostanze chimiche in ambiente di lavoro.

Le indicazioni fornite non si applicano ai rischi derivanti dall’esposizione a sostanze cancerogene e mutagene.

Il software InfoRISK è stato recentemente aggiornato ed è scaricabile dopo aver compilato un semplice modulo di registrazione.


 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Autore: Salvatore Sorrentino30/05/2011 (16:41:00)
Ho bisogno del software
Autore: luigi.cappella13/12/2010 (13:14:36)
sarei curioso di sapere se inforisk è stato tarato e si può applicare al nuovo decreto sicurezza

FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: