LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

15 gennaio 2016 - Cat: PUBBLIREDAZIONALE
  

Imparare a valutare e gestire il rischio amianto


Il 29 gennaio si terrà a Brescia un corso di aggiornamento per aumentare negli operatori la consapevolezza, la conoscenza e le competenze per l’analisi e la gestione del rischio amianto.

 
Pubblicità

Siamo consapevoli che l’Italia è stato uno dei più grandi utilizzatori di fibra d’amianto? Che nel nostro paese sono presenti ancora 32 milioni di tonnellate di amianto? E che per bonificarlo, al ritmo delle bonifiche attuali, serviranno ancora 85 anni?
 
I più recenti incontri istituzionali sul tema dell’amianto hanno rimarcato la carenza di consapevolezza del rischio amianto, hanno ricordato le varie patologie correlate ad esito spesso mortale e hanno reclamato una maggiore organicità nella normativa in materia di amianto, a 23 anni dalla Legge del 1992 che ne ha vietato l'impiego sul territorio italiano. Una normativa che comprende più di 400 diverse norme regionali e nazionali e che potrebbe essere raccolta in un futuro Testo Unico dedicato al rischio amianto.
 
Tuttavia per ridurre l’esposizione alle fibre killer è necessaria non solo una maggiore attenzione del legislatore, ma anche una diffusione capillare della formazione nel mondo del lavoro tra i lavoratori e tra gli operatori della sicurezza aziendale che devono essere in grado di valutare adeguatamente i rischi lavorativi.
 
Per aumentare conoscenza, consapevolezza e competenze idonee in materia di amianto, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro ( AiFOS) ha organizzato per il 29 gennaio 2016 aBrescia un corso di aggiornamento di 8 ore - rivolto principalmente a formatori, consulenti, RLS e RSPP/ASPP - dal titolo “La gestione del rischio amianto”.
Il corso ha l’obiettivo di:
- fornire conoscenze circa le caratteristiche e i diversi usi possibili dell’amianto;
- aumentare la consapevolezza riguardante i molteplici rischi in particolari situazioni lavorative;
- conoscere il corretto utilizzo dei diversi dispositivi di protezione individuale;
- favorire la conoscenza delle problematiche che si riscontrano durante la stesura del DVR amianto;
- aumentare le consapevolezza riguardo agli obblighi del datore di lavoro.
 
Ricordiamo infatti che in molte attività lavorative gli operatori si trovano ancora oggi esposti al rischio amianto.
Ad esempio nei cantieri edili di ristrutturazione o demolizione di edifici quasi nell’80% dei casi si rileva la presenza di amianto. Una quantità molto elevata che non sempre è visibile e ravvisabile se manca la consapevolezza del rischio.
E anche nel comparto agricolo, ad esempio in fase di smontaggio di capannoni o annessi agricoli, o nelle attività di manutenzione, si rileva spesso la presenza di fibre killer. Ed in questi casi è necessaria non solo la conoscenza delle caratteristiche e gli usi dell’amianto, ma anche delle procedure corrette da mettere in atto per prevenire le conseguenze sulla salute degli operatori e dei cittadini.
 
Il corso “La gestione del rischio amianto” si terrà a Brescia il 29 gennaio 2016, presso la sede di AiFOS in via Branze 45, dalle ore 9:00 alle ore 18:00.
 
Questi gli argomenti affrontati nel corso:
- cos’è l’amianto;
- caratteristiche;
- usi;
- rischi sulla salute;
- DPI scelta e utilizzo;
- valutazione del rischio;
- obblighi per il datore di lavoro;
- DVR amianto;
- diversi tipi di bonifica;
- procedure corrette di lavoro durante l’attività di bonifica;
- identificazione dei rischi di caduta dall’alto durante la bonifica di amianto in altezza;
- smaltimento. 
 
Segnaliamo che i corsi organizzati da AiFOS presentano metodologie didattiche innovative.
In questo caso il corso è caratterizzato da una metodologia didattica attiva grazie all’utilizzo della tecnica del brainstorming e allo studio diretto di alcuni casi aziendali.
 
Inoltre durante il corso di 8h in presenza verranno valutate le conoscenze teoriche attraverso un test scritto strutturato con 10 domande e al termine del corso verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante, numerato, rilasciato da AiFOS ed inserito nel registro nazionale della formazione.
 
Il corso, che avrà come docente Stefano Farina (responsabile dell’Associazione per il settore costruzioni), è valido per 8 ore di aggiornamento per ASPP e RSPP di tutti i macrosettori ATECO, in base all’Accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006, e 8 ore di aggiornamento per Formatori, seconda area tematica (rischi tecnici).
 
 
Per informazioni e iscrizioni:
Sede nazionale AiFOS - via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it  - info@aifos.it - formarsi@aifos.it
 
 
Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Forum PuntoSicuro

COMMENTA questo articolo nel FORUM di PuntoSicuro!

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: