LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

03 marzo 2016 - Cat: PUBBLIREDAZIONALE
  

Creare la cultura della Sicurezza in Azienda


Applicare la teoria delle finestre rotte per migliorare i risultati di Sicurezza sul Lavoro nelle organizzazioni.

 
Tra le capacità indispensabili per chi segue la Sicurezza sul Lavoro nelle aziende, rientra senza dubbio quella di creare e favorire un “clima” della sicurezza a tutti i livelli aziendali.
Molti sanno che oggi è difficile comunicare il rischio e far rispettare le norme ai lavoratori, in particolare quando la direzione aziendale e il management non offrono il buon esempio occupandosi con reale interesse di queste tematiche.
 
Nella nostra ricerca di soluzioni e strategie pratiche per migliorare i risultati di Safety, abbiamo spesso riportato uno studio di psicologia sociale piuttosto interessante: la Teoria delle Finestre Rotte.
 
Sviluppata da James q. Wilson e George Kelling la Broken Windows Theory (nata per comprendere meglio i comportamenti criminali) si basa sul principio che l’incuria e il disordine vadano inevitabilmente a intaccare i valori delle persone, conducendole a comportamenti negligenti.
Se si rompe un vetro in una finestra di un edificio e non viene riparato, saranno presto rotti tutti gli altri. Se una comunità presenta segni di deterioramento e questo è qualcosa che sembra non interessare  a nessuno, allora lì si genererà la criminalità. Se sono tollerati piccoli reati come parcheggio in luogo vietato, superamento del limite di velocità o passare col semaforo rosso, se questi piccoli “difetti” o errori non sono puniti, si svilupperanno “difetti maggiori” e poi i crimini più gravi.
Se parchi e altri spazi pubblici sono gradualmente danneggiati e nessuno interviene, questi luoghi saranno abbandonati dalla maggior parte delle persone (che smettono di uscire dalle loro case per paura di bande) e questi stessi spazi lasciati dalla comunità, saranno progressivamente occupato dai criminali.
 
Quali sono i punti principali di questa teoria?
- L’incuria porta alla progressiva perdita di valore
- La mancanza di autorità favorisce comportamenti criminali
- Se vengono tollerati piccoli crimini si alimentano crimini più grandi
 
Questa ci aiuta a individuare alcuni comportamenti da assumere per favorire la creazione di un clima della Sicurezza:
- Riprendere con fermezza i comportamenti negligenti per quanto poco significanti
- Mantenere le zone di rifornimento DPI o le aule formazione in bello stato, pulite e che trasmettano interesse e cura da parte dell’azienda
- Creare momenti di condivisione e scambio sul tema della Sicurezza, coinvolgendo tutti i lavoratori
 
Altro punto fondamentale per trasmettere la cultura della sicurezza è la propria capacità di Leadership. Nel corso Safety Coaching competenze base ci occupiamo proprio di allenare questo elemento, spesso trascurato, come fattore chiave per ispirare e generare un cambiamento.
La Leadership possiamo definirla come una capacità personale nell’orientare i comportamenti attraverso l’aumento di consapevolezza e responsabilità delle persone.
 
Se vuoi conoscere le migliori strategie comunicative e le competenze di Coaching fondamentali per migliorare le performance di Sicurezza sul Lavoro delle organizzazioni scopri il corso
 
Per iscrizioni o richiesta informazioni:
Outliers – Training Performance Coaching
800 300 496


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 

Forum PuntoSicuro

COMMENTA questo articolo nel FORUM di PuntoSicuro!

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: